Archive for the ‘piccoli nei’ Category

mal di mare

Sunday, November 13th, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Svegliarsi la mattina con il mal di gola, il naso attappato e quel leggero senso di malessere tipico sei sintomi influenzali e decidere di uscire in barca comunque è una pessima idea.
Arrivare al porto ed accorgersi che la giornata in barca sarà molto impegnativa perchè il mare è molto formato ed il vento rafficato e decidere di uscire comunque è anche questa una pessima idea.
Dalla somma di due pessime idee nasce un mal di mare spaziale… alla seconda virata ero già sul biancastro andante mi hanno detto. Alla terza virata tendevo al verde.
Fortuna le gommine da masticare specifiche che mi hanno rimesso abbastanza in sesto.
Il tempo di arrivare a casa, mangiare qualcosa e sono svenuto sul divano per tutto il pomeriggio…
Che dire: vita da surfisti influenzati. :)

acqua frizzante

Thursday, September 1st, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Lavarsi i denti e cuocere la pasta con l’acqua frizzante perchè gli appartamenti sono a secco per problemi con la pompa del serbatoio e non avere neanche una bottiglia di acqua naturale… è vita da surfisti.

variatore

Thursday, September 1st, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Avere il super si con il variatore inchiodato che tiene soltanto la marcia alta ed il motore mezzo lesso e sperare che resista fino alla fine della stagione (ancora qualche settimana).
Forse gli integratori servono non solo a me ma anche a lui….avrà i crampi per la stanchezza e gli serve un pò di potassio come a me?? hihi
vita da surfisti

il vespino…

Wednesday, August 17th, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Decidere di andare a fare la spesa in due con il vespino d’epoca della conqui-amica perchè troppo caldo per prendere l’auto e ritrovarsi, davanti al supermercato, a cercare di caricare di tutto compresa “l’anguria”…
Della serie…turista fai da te…ahi ahi ahi… sembravamo due sfollati, ci guardavano tutti come fossimo dei profughi appena sbarcati da non so dove… e noi a piegarci dal ridere, perchè ad ogni frenata rischiavamo l’incidente.
Anche questa è vita da surfisti…

flip flop

Friday, August 5th, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Le mie amate flip flop sono decedute sul campo di battaglia. Tre mesi passati ad andare avanti ed indietro per il parco della scuola, acqua, sassi, erba e le tratte in motorino…
Morte con onore. Le ho sostituite con il nuovo modello della stessa marca…c’è disegnata la bandiera americana: le striscie su una e le stelle sull’altra. mi ricordano l’America e mi piacciono.
vita da surfisti

topi

Wednesday, August 3rd, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Aver buttato al vento un momento magico nel giardino degli appartamenti, per colpa di due topi che rincorrendosi, mi sono passati a 15 centimetri dal braccio, camminando sulla ringhiera…

che dire…vabbè

foga da vento

Monday, August 1st, 2011

Follow my blog with Bloglovin
La mattinata al lavoro è quasi giunta al termine e sembra che si stia alzando un gran bel vento… Ci sono probabilità che oggi mi riesca a sparare un’uscitona pomeridiana di quelle da ricordare…
Sono un pò di giorni che non ci sono condizioni belle e del tavolone e la vela scuola non ne posso più. Ho bisogno di provare quel brivido che mi può regalare soltanto una bella surfata come si deve.
Ore 14.00, sono libero, parto al volo per andare a prendere la mia attrezzatura a casa, il vento è bello forte e con il motorino faccio tutta la strada a manetta. Il vento contrario ostacola molto la mia andatura, ma sono troppo preso dall’idea di surfare per valutare bene la cosa.
Arrivo a casa e mi accorgo di aver dimenticato di lasciare la telecamera al solito baretto…noooooo devo tornare subito indietro. Senza pensarci, riparto e me ne torno in paese a tutta velocità. Nel tragitto di ritorno, però, il vento contrario mi prensenta il conto…
All’improvviso il motore del super Si perde colpi e si inchioda, una bella striscia nera sull’asfalto e mi ritrovo fermo a metà strada fra il paese e casa e, beffa delle beffe, con tutti i surfisti in acqua che planano come forsennati con un bel vento teso.
Ripenso a quando mi era già successo. Pistone e cilindro da cambiare…un brivido alla schiena…nooooooo
Però l’altra volta era anche ripartito. Decido di farlo raffreddare. Premo il pulsante per il inserire la ruota libera e provo a rientrare a pedali. Faccio qualche centinaio di metri, rabbia e sudore si accumulano ed inizio a perdere la pazienza. Provo a riaccenderlo… dopo qualche tentativo riparte! evvai!!! Non ho grippato ma il motore ha preso una bella surriscaldata. Torno a casa sperando ancora nel vento. Ma la giornata è avversa e prendo la seconda fregatura: il cielo si chiude del tutto ed il vento cala improvvisamente. Qualche minuto ed inizia a piovere. Niente surf… ed un motore molto malconcio che non va più come prima e perde colpi…
Vita da surfisti

italian taste

Sunday, July 31st, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Ritrovarsi a mangiare con la collega moscovita e rendersi conto che la nostra cultura alimentare è più unica che rara.
Colazione al bar: io cappuccino e brioche – lei latte macchiato e pizza con salame piccante…
Cena: io secondo con contorno ed un birra – lei lasagne e thè al limone in lattina…e fin qui…ma poi ha messo la senape sulle lasagne…
Dopocena al pub: io una sambuca con la mosca, lei vino bianco mangiandoci caramelle gommese al gusto limone e fragola…
Non ce la posso fare a vederla mangiare così…
Ho provato a farglielo capire, mi ha risposto che viene dalla Russia…ho replicato che ora però ha la fortuna di vivere in Italia per un pò e scoprire la prelibatezza della nostra cucina…ed il nostro buon gusto.
Vita sa surfisti

latte e miele

Monday, July 25th, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Dopo una giornata intensa al lavoro ed un pò di sonno arretrato da recuperare, accusare un pò la stanchezza e decidere di mangiare ed andare a riposare.
Dormire tutto il pomeriggio, senza sentire la sveglia, alzarsi all’ora di cena e decidere di cenare con latte e biscotti per la voglia di dolce. Mettere il latte nel pentolino a riscaldare, prendere il miele e… far cadere il barattolo rompendolo.
Iniziare a pulire il macello fatto dimenticando nel frattempo il latte sul fuoco…facendolo versare.
…tornare a dormire la soluzione migliore! :)

…tutti possono leggere

Monday, July 18th, 2011

Follow my blog with Bloglovin
Scrivere un blog che tutti possono leggere e dimenticarsi che i primi lettori sono i tuoi genitori…
Ma non c’è problema la telefonata della mamma su skype – con papà dietro che suggerisce – e mi dice: “attento, rileggi bene quando scrivi e correggi gli errori…, perchè si scrive senza “H”…” ti ricorda che anche loro leggono tutto!!! ahahahahha
Vi voglio bene e grazie ancora per avermi appoggiato in questa mia avventura. So cosa significa per voi e ve ne sono grato.
Un abbraccio.